venerdì 17 novembre 2017

In Italia non va in onda XFactor ma EgoFactor ... conta solo il successo dei Giudici

Che schifo, per l'ennesima volta ieri sera ne ho avuto la prova.
Non si vota il talento, ma si fanno solo strategie per arrivare al risultato, cosa che  non avviene negli altri paesi europei, dove esiste "onestà intellettuale" come sottolineato da Levante, che a mio ricordo ( ed ho visto tutte le edizioni) è in assoluto il giudice più obiettivo che abbia mai fatto parte dello show.

Da sottolineare il comportamento estremamente ipocrita di Manuel Agnelli, che in una sola  puntata è riuscito a dire, dello stesso concorrente, (Esposito)  - " Non riesco a vedere chi sei, canti bene, ma non so chi sei tu, cosa vuoi fare ... " Poi al ballottaggio, dato che doveva fare fuori una concorrente fortissima come Camille ( che aveva dimostrato di essere il FEDERER dell'edizione) dice dello stesso Esposito: " in chiave prospettica, vedo molto meglio Esposito, si scrive le canzoni, le arrangia, è meglio collocabile nel panorama musicale ..."

Ma come??!! Ma si è sentito? Prima dice che non sa chi è, non lo vede come artista, e poi dice che in chiave prospettica è meglio collocabile!!! IPOCRISIA FATTA PERSONA

Mara un'altra che ha colto la palla al balzo, perché solo uno stupido, musicalmente, non poteva tenere conto delle esibizioni di livello superlativo che Camille ha prodotto ieri ...

Sarebbe stata una sfida fantastica, tra du veri talenti i Maneskin, che ieri hanno prodotto una performance di livello straordinario e Camille che ha un futuro acceso davanti.
L'edizione Italiana purtroppo alimenta ancora una volta ciò che è figlio del paese, la conservazione di uno status, di un proprio potere a dispetto di ciò che le diverse situazioni determinano,ed in tal caso sia dei meriti che dei talenti ...
Un consiglio, per il futuro, prendere giudici meno famosi, così da sottometterli, come importanza, al vero spirito della trasmissione, e cioè la scoperta dei talenti

Nessun commento:

Posta un commento